In questo sito trovi informazioni e indicazioni particolari sulle cure naturali per ogni malattia. Ma non dimenticare di leggere anche l'introduzione. Alcuni disturbi sono collegati tra loro. Segui i link Argomenti del sito per avere un quadro completo della situazione.


Addome


Schiena


Area sessuale femminile


Area sessuale maschile


Testa


Vescica


Pronto Soccorso


Terapie Miracolose

La Bambola o Massaggio a cinque

Print

Bambola Massaggio a 5L'unico modo per guarire dall'influenza in 45 minuti e ottenere altri prodigi.

Cinque persone massaggiano il paziente. Due si occupano delle mani, due dei piedi e uno della testa. Il massaggio deve essere il più delicato possibile. Soprattutto quello alla testa deve essere quasi impercettibile. Il massaggiato deve stare comodo e va mosso con estrema cura senza far assumere alle sue articolazioni posizioni scomode o tese. Anche i massaggiatori devono stare a loro agio. Dopo 35 minuti si verifica una sintonizzazione delle onde cerebrali tra massaggiatori e massaggiato (il che è piacevole anche per i "terapisti"). Inoltre la sollecitazione contemporanea di zone così sensibili come gli arti e il cuoio capelluto fa sì che (se il massaggio è sufficientemente armonizzato e delicato) arrivi una miriade di segnali al cervello, tanto simili da mandare in tilt la mente razionale e provocare uno stato di abbandono molto profondo. I monaci orientali impiegano anni di esercizi per arrivare a questo.

Restare una decina di minuti in questo stato è sufficiente per liberare energia e ottimizzare le funzioni biologiche. Dopo 45 minuti di trattamento, si lascia che il paziente si addormenti in compagnia di qualcuno che gli stia vicino. Infatti la delizia che ha provato è talmente intensa da rendere consigliabile una presenza amica nella fase di uscita da questo vero e proprio "bagno di affetto". Per fare un ottimo "massaggio a 5" è sufficiente essere dotati di buona volontà e di senso della lentezza. L'errore più diffuso è massaggiare troppo velocemente o con troppa forza. I movimenti devono essere davvero lentissimi e quasi impercettibili.

È strano che molta gente trovi così difficile praticare un movimento veramente lento. Abbiamo sperimentato questa terapia centinaia di volte, e sempre le reazioni sono state entusiastiche. Ciò avviene perché, fin dalla prima volta, si sperimenta uno stato di coscienza del tutto diverso e profondamente appagante. L'abbiamo provata per curare piccoli malanni. Si è dimostrata assolutamente risolutiva in casi di influenza, sinusite, dolori mestruali (se s'interviene immediatamente prima dell'inizio del periodo), mal di testa, tonsillite. Non abbiamo avuto ancora occasione di sperimentarla su altre malattie ma sono convinto che si tratti di una cura veramente efficace e spero che altri si convinceranno a condurre ricerche specifiche per verificare le nostre esperienze. Intanto possiamo dire che un metodo analogo, con 5 massaggiatori che frizionano il corpo del paziente con oli particolari, da secoli fa parte dei rimedi della medicina tradizionale indiana (l'Aiurvedica). E in America Doman ha sperimentato per trent'anni l'iperstimolazione di gruppo su bambini cerebrolesi e persone in coma. Quattro-cinque operatori massaggiano il paziente con materiali di diverso tipo: legno, stoffe, pietre, spazzole, carta, ecc. Poi muovono il corpo del paziente, infine usano la voce e la musica. Così, attraverso i canali percettivi, riescono a stimolare il cervello del paziente. Si tratta di terapie che durano fino a 8 ore al giorno, per anni. Ma i risultati sono sconvolgenti. Si arriva fino a un 30% di bambini che riprendono a camminare e un 20% che riacquistano la vista. E sono tutti casi nei quali la medicina moderna non vedeva possibilità di miglioramento.

Movimento rallentato

Print

Il movimento rallentato è un'autoterapia formidabile. Richiede un minimo di pazienza e calma, ma ne vale la pena. Per farlo devi applicarti a muoverti veramente al rallentatore. La prova che ci riesci sul serio è che la zona interessata si scalda, formicola o sembra aumentare di peso. Basta riuscirci una sola volta per imparare tutto quello che c'è da imparare.
Nonostante questo, le persone hanno difficoltà ad accostarsi a questa tecnica. Nella nostra civiltà maniaca della grandezza, ricca e consumista, pare assurdo che un piccolo movimento lentissimo possa ottenere un vero grande risultato. Ma è così. I cinesi praticano tecniche analoghe da secoli. Sembra assurdo poi che per ottenere i migliori risultati da questa tecnica non vi sia proprio nient'altro da sapere oltre alla necessità di produrre un movimento davvero lento. Possibile che sia così facile? In effetti per molti è difficilissimo. Ma non c'è proprio nient'altro da imparare.
Muovete tutti i muscoli che potete nella zona che volete curare e fatelo il più lentamente possibile.
Oltre ai disturbi che già abbiamo citato, c'è da dire che muovere veramente tutti i muscoli del corpo riuscendo a controllarli pezzo per pezzo, è una terapia che ha dato risultati strabilianti nelle malattie che provocano la degenerazione dei muscoli. Da una parte si rallenta il decadimento, dall'altra si riesce a sostituire in parte i muscoli inerti con altre fasce muscolari educandole a muoversi in modo appropriato. Infine il movimento totale, secondo alcuni, solleciterebbe lo sviluppo della mente. Infatti ogni muscolo sarebbe collegato a una precisa zona del cervello. Riattivando i muscoli che generalmente non utilizziamo, o utilizziamo male, si otterrebbe un risveglio delle zone cerebrali a essi collegate.

Dormire in acqua

Print

Dormire in acquaUn tubo galleggiante o due salvagenti gonfiabili a ciambella sotto le ginocchia e un cuscino da viaggio sotto la nuca, immergersi nell'acqua di una piscina termale (a 34 gradi di calore). Restare così a galleggiare rilassati, respirare, meditare, ascoltarsi, fantasticare, dormire. È grandioso. In 45 minuti cadi in uno stato di rilassamento profondo di poco inferiore a quello che si ottiene con il massaggio a 5. Volendo, una persona può trascinarti delicatamente nell'acqua segnando un percorso a zig zag, per sciogliere così la spina dorsale. Ti tira prendendoti per le caviglie o per le ascelle. Oppure ti abbraccia e, con le mani appoggiate sulla schiena, segue il movimento spontaneo del tuo respiro. Molto bello. Il massimo comunque è se ti fanno il massaggio a 5 in acqua mentre galleggi coi cuscini. Stratosferico.
Non ti frega più niente di niente.
Tecnicamente il grande potere dell'acqua calda sta nel rilassamento che induce e nella sollecitazione di tutti i ricettori della pelle (per cui il cervello razionale, inondato di stimoli, tende a spegnersi). Questo metodo è stato inventato da Gunter Freude per curarsi un'artrite che, poco più che ventenne, lo costringeva sulla carrozzina a rotelle per molti mesi all'anno.

Il canale Youtube della Libera Università di Alcatraz

Commercioetico.it

Pubblicità

Gruppo di acquisto Energia Arcobaleno

Pannelli solari termici e fotovoltaici, impianti micro e mini eolici, energia rinnovabile per la tua casa. Guarda tutti i servizi offerti da Energia Arcobaleno

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di
Cacao Il Quotidiano
delle buone notizie


Iscriviti - cancella
Iscriviti al Cacao della
Domenica di Jacopo Fo


Iscriviti - cancella

Sostieni questo sito

Diventa Socio...

Fai una libera donazione

Yoga Demenziale

Yoga Demenziale Jacopo Fo

Tutto sullo YOGA DEMENZIALE di Jacopo Fo
CLICCA QUI

Ecologia, Benessere

Cosmesi naturale Commercioetico.it

Cosmesi Naturale per il corpo. Il meglio delle materie prime lavorate secondo criteri di ecosostenibilità.

Acqua, risparmio idrico, risparmio energetico

Risparmio idrico e risparmio energetico. Tecnologie per la tua eco-casa.

Imbottite di bambagia di seta pura

Imbottite di bambagia di seta pura. La migliore coperta possibile.

Ecovillaggio Solare

Ecovillaggio Solare Alcatraz

Chi c'è online

We have 488 guests and no members online

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati. Il sito utilizza anche cookie di terze parti a fini statistici. Se accedi a qualunque elemento sopra questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per capire meglio l'uso che facciamo dei cookie leggi la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie di questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information